CONSULTAZIONE
_______________

La consultazione consiste in una serie limitata di incontri, da 4 a 6, dove viene focalizzata la problematica attraverso l’uso di strumenti quali il colloquio clinico e differenti test psicodiagnostici. La finalità è di facilitare la ridefinizione della domanda, una prima comprensione condivisa della cause della difficoltà, e un riconoscimento delle risorse già presenti. In alcune situazioni la consultazione risulta già terapeutica e risolutiva, in altre situazioni esita in indicazioni al trattamenti differenti.

 

Tipi di consultazione:


Sociale

Il colloquio con l’assistente sociale è volto a capire quale può essere la strada da intraprendere per la risoluzione di un problema. Il compito del professionista è quello di comprendere realmente se la domanda portata ed il bisogno coincidono al fine di poter correttamente individuare la risorsa che vi possa rispondere, anche tra quelle presenti sul territorio. Ad esempio individuare un percorso nascita con le gestanti, una scuola idonea al minore, un educatore al domicilio per affrontare le difficoltà scolastiche e familiari. A volte, inviando al collega maggiormente competente nel dare aiuto, ad esempio uno psicologo, un neuropsichiatra e così via.

Il colloquio è di un’ora e la frequenza è strettamente legata alla richiesta portata.


Pedagogica

Supporto in ambito scolastico, nei processi di apprendimento, nei contesti di relazione, tra bambini come tra adulti, nell’orientamento e nel bilancio di competenze, nella formazione.
Il pedagogista è un esperto della relazione e dei processi educativi, che porta il frutto del suo sapere e della sua esperienza a servizio della comunità.


Logopedica

La logopedista si occupa della valutazione e della riabilitazione dei disturbi logopedici dell’età evolutiva, con particolare attenzione ai disturbi del linguaggio, dell’apprendimento e della deglutizione, in bambini italiani e bilingue.
Si occupa inoltre della valutazione dei disturbi dell’apprendimento in età adulta.


Legale (diritto di famiglia – minorile)

Assistenza specializzata in ogni fase dei giudizi di separazione (consensuale e giudiziale), divorzio (congiunto e contenzioso) e controversie relative alle convivenze more uxorio; modifica delle condizioni di separazione, divorzio e regolamentazione di figli nati fuori dal matrimonio; nullità ed annullamento del matrimonio; regime e modalità di affidamento dei figli minori; regolamentazione dei rapporti patrimoniali ed economici tra coniugi e partner conviventi; regolamentazione degli obblighi di mantenimento nei confronti dei figli; accordi di convivenza, tutela del diritto di visita degli ascendenti; affidamento e adozioni; sottrazione internazionale di minori; ordini di protezione ed allontanamento; decadenza o limitazione della responsabilità genitoriale; successioni. Assistenza inoltre su questioni concernenti l’accertamento del rapporto di filiazione, sia legittima sia naturale, con le conseguenti azioni di riconoscimento e disconoscimento di paternità e dichiarazione giudiziale di paternità e maternità.


Legale in tema di protezione giuridica

La protezione giuridica inerenti a pluralità di situazioni molto diverse fra loro: persone anziane, disabili, con problemi psichici o di dipendenza, talvolta con storie personali complesse e segnate dall’emarginazione, talaltra con esperienze di vita normali ma toccate dalla malattia, con famiglie le più varie, in molti casi ricche di risorse, in altri in difficoltà, in altri ancora slegate, in conflitto o inesistenti. 


Neuropsichiatrica

La consulenza neuropsichiatrica si propone come una consulenza medica specialistica per disagi psichici in età di crescita (0-18). La si considera necessaria nella nostra ottica integrativa quando la sintomatologia del minore compromette seriamente le sue capacità di adattamento ai contesti di crescita o quando si ritiene necessario approfondire eventuali problematiche organiche giá diagnosticate o che si ipotizzano poter essere correlate alla sintomatologia. Data la fase di età cui si rivolge la consultazione, qualsiasi intervento farmacologico prescritto terrà conto dell’età cui si rivolge e verrà prioritariamente discusso con i genitori e/o tutori.
 In alcune situazioni il trattamento proposto è transitorio e circoscritto al superamento di una importante crisi di sviluppo laddove la sola psicoterapia o altri interventi ad essa integrati (es. educativo) non sono sufficienti.

 


Psichiatrica

La consultazione psichiatrica si propone come una consulenza medica specialistica per problemi relativi a disagi della sfera psichica o personale. 
La valutazione verifica lo stato di salute mentale al fine di considerare anche l’eventuale necessità di integrazione farmacologica, nelle situazioni in cui la sintomatologia è invalidante e compromette seriamente il funzionamento adattivo della persona.
Nella nostra ottica integrativa farmacoterapia e psicoterapia possono, in specifiche situazioni, essere interventi combinati.